castore_1_640x360

Una cavalcata tra cime innevate, panorami che spaziano a 360° su gran parte della catena alpina. Sullo  sfondo le verdi vallate valdostane e svizzere. Si raggiunge in funivia Plateau Rosa e da li si inizia la traversata  per salire il Breithorn Occidentale. Nel pomeriggio, se ci saranno ancora forze, saliremo il Polluce per la sua rocciosa cresta sud. Discesa al rifugio Guide di Ayas. Il secondo giorno saliremo il versante ovest del Castore per scendere la sua cresta est e raggiungere il rifugio Sella. Il terzo giorno si attraverserà il naso del Lyskamm per scendere poi al rifugio Gnifetti o Mantova. L'ultimo giorno si salirà alla Punta Gnifetti e alla Capanna Margherita.In alternativa si potrà raggiungere la Capanna Marghrita la sera del terzo giorno e li pernottare per poi scendere la mattina seguente.


polluce_3_640x480Questa è una salita tecnicamente non difficile, vi è solo un breve tratto di arrampicata ma servito da corde fisse giusto sotto la sommità del Polluce,  alcuni tratti di creste aeree su Castore, qualche tiro di misto sul Naso del Liskamm.




castore_2_640x360
Dove e Quando:
  dal27 al 30 agosto.

Impegno: tecnico e fisico: medio, brevi tratti di roccia di III°, e lunghe camminate su ghiacciaio, dislivello massimo per giornata: 900 mt

programma: Ritrovo alla stazione di Chatillon verso le 7:00 del mattino. Salita a Cervinia con mezzi pubblici. Da Cervinia si salirà  in funivia  al Plateau Rosa, da li salita al Breithorn occidentale e centrale, dicesa fino ai piedi del Polluce, salita e discesa del Polluce per la via Normale ed in fine  discesa al Rifugio Guide di Ayas.

Secondo giorno: salita del Castore per il versante ovest, discesa lungo la cresata nord est e poi al rifugio Sella.

Terzo giorno: salita del naso del Lyskamm per il versante ovest e discesa al rifugio Gnifetti o Mantova per il versante est.

Quarto giorno: salita alla Punta Gifetti e al rifugio Regina Margherita. Rientro per lo stesso itinerario fino gli impianti di risalita con i quali si scenderà a Gressoney.

 Per il recupero delle autovetture verranno utilizzati mezzi pubblici o taxi.

attrezzatura personale: Attrezzatura: scarponi da alpinismo, piccozza, ramponi, ghette,  casco, imbracatura,  2, 3 moschettoni a ghiera, un cordino in kevlar da 1.5 mt e uno da 3.5 mt. Se dovesse occorrere, sarà possibile noleggiare tutta l’attrezzatura mancante.

Dotazione personale: abbigliamento caldo e confortevole composto da maglia intima traspirate (capilene o lana) più una maglia di ricambio da tenere nello zaino,  dolcevita, pile o maglione, giacca a vento,  pantaloni da alpinismo, calzamaglia ed eventuale copri pantaloni, cappello, guanti, occhiali da sole. Per le salite prevedere pranzo al sacco quindi  termos con bevande e alimenti energetici  a piacere,  contenendo il più possibile il peso dello zaino. Sacco lenzuolo per il rifugio.

Costi: 1200€ con una persona, 750€/persona  con 2 partecipanti, 550€/persona con  3 partecipanti; a cui si devono aggiungere i costi di viaggio, impianti e rifugio per la guida e i partecipanti.