Devo dire che l’idea di un trekking che percorresse le aspre montagne della Valle Antrona con sbocchi nel vicino Canton Vallese mi aveva sempre incuriosito ma, complice il poco tempo e forse un po’ di pigrizia, non mi ero mai messo all’opera per poter trovare la strada giusta. Lo scorso anno però l’amico Paolo Piatti, toscano verace e grande appassionato di montagna che con Manuela percorre ormai da anni l’arco alpino, mi ha raccontato di questa possibilità. “Nulla si crea e nulla si distrugge” soprattutto in montagna. Tutto è già al suo posto,  basta saper guardare oltre il convenzionale per trovare qualcosa che ci stimoli la voglia di andare.

Ed ecco: 5 giorni per scoprire un massiccio remoto e poco frequentato soprattutto sul versante della Valle Antrona. Montagne aspre e grandi panorami sui 4000 del vallese. Al centro il trittico Weissmies, Laginhorn, Fletschor che ci tiene compagnia e da la direzione.

Questo è un trekking non difficile ma le tappe sono lunghe e, a fine giornata, le gambe saranno stanche ed i piedi gonfi ma quale soddisfazione!.

Le uniche difficoltà alpinistiche sono concentrate nei 60 mt di risalita quasi verticale per superare le Coronette di Camposecco. Sicuramente un trekking ad anello poco conosciuto che saprà darvi grandi emozioni.


DSC02097 

 

Dove e quando: Da metà giugno a ottobre con gruppi di 4/6 persone, su prenotazione. Partenza e ritorno a Gondo (CH),  

Programma dettagliato: Ritrovo a Gondo verso le ore 7 (Orario da confermare). presso il parcheggio a fianco della Dogana Elvetica.

Logistica: il tour sarà seguito da un autovettura d'appoggio che ci porterà i cambio ed il cibo necessario per il bivacco per consentirci di camminare più leggeri. Sarà così  possibile lasciare sull'auto degli indumenti di ricambio che ci verranno recapitati a Saas Almagell.

Tutti i pernottamenti sono previsti in Rifugi gestiti o in alberghetti/pensioni ad esclusione della notte al Bivacco Cingino. Per tutte le giornate, sempre esclusa la notte in Bivacco, è previsto il trattamento di mezza pensione. I pranzi durante le escursioni sono da prevedere al sacco con cibo acquistato direttamente nei rifugi o eventualmente lasciato sull'auto di appoggio. 

1 Simplonpass- Gspon (impianti di Stalden).Dislivello: positivo 600 mt, negativo 700,quota massima 2417.Difficoltà: Nessun impegno alpinisticoTempo: 8 ore Mezzi di trasporto: bus da Gondo a Simplonpass Tappa

2 Gspon a Almagelleralp, Saas AlmagellDislivello: positivo 600 mt, negativo 700,quota massima 2500.Difficoltà: Nessun impegno alpinisticoTempo: 7-8 ore, Mezzi di trasporto: Possibilità di utilizzare, in caso di cattivo tempo o stanchezza , gli impianti di Saas Grund per scendere a valle e risparmiare 4 ore circa.Qui incontriamo l’autovettura in appoggio per fare il cambio indumenti, recuperare fornello, gas e cibo per la notte seguente che sarà in bivacco.

3 Alamgelleralp, Saas Alamgell, Passo di Antrona, CinginoDislivello: positivo 1200 mt, negativo 600,quota massima 2838.Difficoltà: Nessun impegno alpinisticoTempo: 8 oreMezzi di trasporto-----Notte in Bivacco non gestito.

 4 Cingino – Camposecco – Rifugio AndollaDislivello: positivo 500 mt, negativo 700,quota massima 2783.Difficoltà: Breve tratto attrezzato per il superamento delle Coronette di Camposecco e attraversamento di un tunnel di 2 km circa tra le dighe di Cingino e Camposecco.Tempo: 8 ore, Mezzi di trasporto: ---- 

5 Rifugio Andolla - Passo di Andolla - Gondo. Dislivello: positivo 500 mt, negativo 1000,quota massima 2542.Difficoltà: nessun impegno alpinistico. Tempo: 8 ore. Mezzi di trasporto: eventuale bus dalla Zwischbergental a Gondo. E’ inoltre possibile aggiungere una tappa passando da Pontimia e scavalcando in Valle Bognaco al rifugio Gattascosa. Da li, il giorno seguente,  al passo di Monscera e rientrare a Gondo.  

Dotazione personale: zaino da 35-40 lt, scarponi adatti all'alpinismo o al trekking impegnativo, bastoncini.  Abbigliamento caldo e confortevole composto da maglia intima traspirate (capilene o lana) più una maglia di ricambio da tenere nello zaino.  Molto comodo averne una a maniche corte e una con maniche lunghe con collo alto. Pile leggero più capo termico tipo maglione o pile pesante o piumino; giacca a vento leggera in goretex o similari; pantaloni da alpinismo in tessuto sintetico traspirante, cappello,  guanti e occhiali da sole. Un paio di calze di ricambio e uno o due indumenti intimi. Durante le tappe  sono previsti pranzi al sacco prevedere  quindi borraccia   alimenti energetici  a piacere, frutta secca, cioccolata,  contenendo il più possibile il peso dello zaino. Pila frontale.  Sacco lenzuolo per i rifugi.
Come abbigliamento integrativo ma non necessario: calzamaglia utile anche in rifugio come pantalone di ricambio a basso peso, calzoncini corti, cappellino da sole. 
Per l'auto d'appoggio prevedere una borsa con qualche paio di calze, maglie intime, biancheria, cibo di scorta, un paio di guanti pesanti tipo guanti da sci e ogni altra cosa pensiate vi serva. 

Costi: 370,00 €/persona con un minimo di 5 partecipanti. Nel costo è compreso: l'accompagnamento e le spese della Guida Alpina, la quota per il bivacco, l'auto di appoggio.

Sono esclusi: l'assicurazione personale sugli infortuni, i pranzi, le bevande presso i rifugi, i rifugi, il cibo per la notte in bivacco e tutto quanto non specificato nella voce "è compreso".